AddThis Social Bookmark Button
Visitatori ...
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1659
mod_vvisit_counterIeri3608
mod_vvisit_counterQuesti 7 gg.1659
mod_vvisit_counterScorsi 7 gg.25569
mod_vvisit_counterQuesto mese69687
mod_vvisit_counterScorso mese116020
mod_vvisit_counterDal 01/04/20104315191

Online : 49
Il tuo IP: 34.204.179.0
,
19-08-2019
TNG News ...
Che tempo fa?
Click per aprire http://www.ilmeteo.it
Traduci
English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Hebrew Slovak Ukrainian Albanian Turkish
Home Angolo dei Consigli Le Ricette Ricette con il Peperoncino

PostHeaderIcon Ricette con il Peperoncino

                                                                 Ricette con il Peperoncino

Un grande insaporitore

Il peperoncino, da sempre in tutto il mondo si è affermato come insaporitore dei cibi, in quanto esalta i sapori. Il suo utilizzo in cucina non ha limiti, può essere utilizzato anche nel brodo.

Il modo migliore per conservare il peperoncino è congelarlo in quanto mantiene inalterato le sue proprietà. Quando non c’erano i frigoriferi, ma ancora oggi, in alcuni paesi e soprattutto in Calabria per conservarlo si fa seccare al sole infilandolo dai gambi e creando delle coloratissime collane, sempre pronte all’uso.

Si può conservare nell’olio, nell’acqua e nell’aceto.

Si conservano sott'olio freschi appena raccolti, oppure secchi, interi o spezzettati. 
Dopo quindici giorni l'olio diventerà rosso e potrà essere utilizzato. In Calabria questo olio viene chiamato "olio santo".
Questo olio va consumato entro tre, quattro mesi dalla preparazione e soprattutto non va rimboccato man mano che si consuma. 
____________________________________________________________________________________________

 

 

L'olio santo di Calabria 
Ingredienti: 50 g. di peperoncini  per ogni litro di olio extravergine di oliva.

 Procedimento: asciugare i peperoncini al sole per 3/4 giorni senza farli seccare completamente. Si tagliano a pezzetti e si fanno macerare nell'olio per 30/40 giorni. Filtrare facendo attenzione che non rimangano residui di peperoncino che potrebbero ammuffire.
____________________________________________________________________________________________

 

 

All'acqua con il sale
peperoncini appena raccolti  vengono messi in vasi di vetro con uno spicchio d'aglio, foglie di menta e molto sale coprendo il tutto con acqua. Ottimo come condimento soprattutto per i piatti a base di carne. Questo metodo viene usato in qualche località della Calabria.
 ____________________________________________________________________________________________

 

 

Sotto aceto in vaso di vetro

 I peperoncini raccolti e fatti asciugare al sole per una giornata, si sistemano nei vasi di vetro e si coprono con l’aceto. 
L'aceto si insaporirà e potrà essere utilizzato per ravvivare piatti di patate o legumi lessati. Ipeperoncini sono ottimi per i bolliti.

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Con il pomodoro in conserva
In una pentola, si fanno bollire quattro parti di peperoncini e una parte di pomodori. 
Si tolgono dal fuoco quando i pomodori sono cotti. 
Si passa tutto nel passaverdura poi si stende la conserva in un grosso piatto lasciandola per mezza giornata. Poi sistemarla nei vasi di vetro con sopra un filo d’olio. 
Basterà un cucchiaino per insaporire i sughi, le salse e ogni tipo di pietanza. 

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 Peperoncini piccanti sott’olio

Lavare i peperoncini, tagliarli sul lato lungo ed aprirli per bene, metterli a strati in un contenitore e per ogni strato metterci uno strato di sale fino per assorbire l’acqua che si formerà in seguito. Alla fine mettiamo un peso sopra i nostri peperoncini piccanti per 24 ore. Passato questo tempo,togliete il peso sopra i peperoncini. Lavarli con l’aceto per togliere il sale superfluo rimasto tra i peperoncini. In fine mettiamo i peperoncini piccanti nel barattolo, ricoprendoli con l’olio. Dopo 2-3 settimane sono pronti per essere mangiati.

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Conserva di peperoncini

Ingredienti: peperoncini piccanti non lavati, ma strofinati con un panno e privati del picciolo e delle eventuali ammaccature, olio extravergine di oliva, sale se si vuole già condito da usare sul pane.

Con un frullatore frullare i peperoncini (a scatti in modo che non si riducano in purea) con l’olio ed eventuale sale.

Togliere il coperchio e facendo attenzione a naso e occhi perché molto urticante, girare il composto. Mettere il tutto in un tegame di acciaio e farlo sobbollire per una mezz’ora a fuoco basso in modo da non riscaldare troppo l’olio e girare spesso con un cucchiaio (meglio se di acciaio). Versate la conserva in barattoli di vetro molto piccoli avendoli sterilizzati in acqua bollente, oppure per 10 minuti in forno a 150°, coprire con l’olio. Chiudere i barattoli e capovolgerli quindi riporli quando saranno freddi al buio. Una volta aperto si conserva in frigorifero avendo l’accortezza di aggiungere olio se rimane scoperto.

     ___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Crema di peperoncino
Lavare i peperoncini, togliere il picciolo passarli al frullatore insieme con l'aglio e sale, fino

ad ottenere un composto denso. A questo punto versate il composto in un colino di acciaio e lasciarlo riposare una notte per far espellere tutta l’acqua in eccesso. Mettere il composto in una terrina e aggiungere l’olio fino ad ottenere una crema omogenea di un bel colore rosso. Mettere la crema nei vasetti piccoli e chiudere, farli sterilizzare per almeno mezz’ora.

Questa crema è molto amata, è ottima se spalmata su dei crostini, ma anche come condimento per la pasta. Una volta aperto il vasetto deve essere conservato in frigorifero e consumato entro poco tempo.

____________________________________________________________________________________________

 

 Peperoncini piccanti ripieni di tonno acciughe e capperi

 Sono tipici del sud Italia .
Per la loro preparazione bisogna munirsi di pazienza e pochi ma buoni ingredienti, che serviranno per lafarcitura di questi piccoli e gustosi peperoncini, che andranno conservati sott’olio.

Levate i peperoncini piccantitogliete il picciolo e con un coltello svuotateli completamente aiutandovi con un piccolo cucchiaino.
Versate in una pentola il vino bianco, l’aceto e aggiungete le spezie e il sale, poi portate il tutto a ebollizione, al primo bollore, buttateci dentro i peperoncini e fateli cuocere per 3-4 minuti a fuoco dolce, poi scolateli e poneteli capovolti su di un canovaccio pulito (o carta assorbente da cucina) ad asciugare per alcune ore (i peperoncini devono essere molto asciutti, perché più asciutti saranno e più si conserveranno), meglio se per tutta una notte. 
Preparate il ripieno dei peperoncini, versate in un mixer il tonno, i capperi e le acciughe

precedentemente sminuzzati con un coltello, usate il mixer solo per qualche istante (contate fino a 5) affinché tutti gli ingredienti si amalgamino, facendo attenzione al tonno che non perda la sua fibra diventando cremoso. Con un cucchiaino riempite i peperoncini uno alla volta. 
Prendete dei vasetti sterilizzati e riempiteli con i peperoncini ripieni, avendo cura di posizionarli ben dritti con la parte bucata verso l’alto riempite il vasetto di olio fino a coprirli completamentepoi tappateli e poneteli in un luogo fresco, asciutto e buio. I peperoncini piccanti ripieni di tonno acciughe e capperi, se ben conservati, si mantengono anche per un anno.

____________________________________________________________________________________________

 

 

 

"Pitta" di granturco

Ingredienti per 6 persone: 400 g. di farina di granoturco, 100 g. di farina bianca, 30 g. di lievito naturale, 100 g. di olive verdi schiacciate, 100 g. di alici salate, semi di finocchio, peperoncino rossopiccante macinato, sugna, olio extra vergine d'oliva, sale.

Preparazione: Con la farina di granoturco, la farina bianca, il lievito di pane e un po' di sale preparate una pasta e mettetela a lievitare, coperta con un panno, in un luogo tiepido. Dividete la pasta in due parti disuguali, stendete la più grande e foderate con essa una teglia leggermente unta di sugna. Mettete le olive snocciolate, i filetti delle alici salate, una punta di cucchiaino di semi di finocchio, un pizzico di sale e versate un filo d'olio. Stendete la rimanente pasta e coprire con questa la "pitta", pigiando sui bordi affinché si attacchino e chiudano bene il ripieno. Infine ungete la superficie con un po' di sugna e passatela al forno.

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Polenta fritta con erbe e funghi

Ingredienti (per quattro persone): 1 cipolla, dragoncello q. b., farina q. b., 200 g di funghi affettati, menta q. b., 1 bicchiere di olio, peperoncino rosso q. b., 12 fette di polenta, rosmarino q. b., sale q. b.

Preparazione: mettete in una padella ad insaporire i funghi affettati nell'olio, aggiungete il dragoncello e la menta tritati, il sale e il peperoncino rosso pestato. A metà cottura versate la polenta. A cottura ultimata fatela raffreddare e tagliatela a fette. Infarinatela e fatela friggere nell'olio con un po' di rosmarino. Asciugate, su carta assorbente, le fette e servite caldo.

____________________________________________________________________________________________

 

 

 

Ciambotta "I Milangiami"

Ingredienti: 1,5 kg di melanzane tonde, 1 kg. di pomodori freschi maturi, 150 g. di grana grattugiato, 300 g. di mollica di pane raffermo, tre spicchi d'aglio, 2 peperoncini, 2 cucchiai di olio d'oliva, alcune foglie di basilico, sale.

Preparazione: preparate una salsa di pomodoro fresco, facendo imbiondire l'aglio schiacciato nell'olio, aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti ed insaporite il tutto di sale. Unite il peperoncino spezzettato e il basilico. Lasciate cuocere a fuoco vivo per circa dieci minuti. Nel frattempo tagliate le melanzane a dadini, sbollentatele per 2-3 minuti e unitele alla salsa precedentemente preparata. Infine cospargete il tutto con mollica di pane e formaggio, mescolate bene e dopo pochi istanti togliete il recipiente dal fuoco e servite in tavola.

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Zuppa di erbe  e brodo di  gallina

Ingredienti: 2 kg. di gallina, 1 cipolla, 100 g. di pelati, acqua e sale q. b., 70 g. di olio, 1 spicchio d'aglio, 4 uova, un mazzetto di prezzemolo, 100 g. di formaggio pecorino, pane raffermo q. b., 2 kg. di erbe di campo (cicoria, orecchie di lepre, spraniji, finocchio selvatico), peperoncino piccante.

Preparazione: Rosolate le frattaglie di gallina in una padella con aglio e olio, preparate a parte un impasto di prezzemolo, pepe, peperoncino, formaggio pecorino e sale. Riempite la gallina con l'impasto ottenuto e cocetela in una pentola con acqua, cipolla, sedano e qualche filetto di pomodoro, unitamente alle frattaglie precedentemente rosolate, salate e portate a cottura completa. A cottura ultimata togliete la gallina dal brodo e lasciatela raffreddare. Nel frattempo sbollentate le erbe di campo, scolatele e aggiungetele al brodo. Versate in una pignatta e servite insieme al pane raffermo in crostini e alla carne di gallina tagliata a pezzetti.

____________________________________________________________________________________________

 

 


Padella di funghi silani

Ingredienti: 1 kg. di "Coppulini" (mazze di tamburo), "vavusi" (boleti gialli), porcini rosati e ditole, 3 spicchi d'aglio, 300 g. di pomodori a pezzetti, un cucchiaio di prezzemolo tritato, qualche foglia di basilico, un pizzico d'origano, un peperoncino piccante, olio extra vergine di oliva, sale.

Preparazione: pulite e lavate accuratamente, ma con delicatezza, i funghi; asciugateli in un panno e tagliateli a pezzi. Soffriggete nell'olio l'aglio e i funghi. Quando saranno a metà cottura aggiungete i pomodori a pezzetti, il peperoncino, l'origano, il basilico e il prezzemolo. Salate solo alla fine. I funghi possono essere serviti sia caldi che freddi.

___________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Crostata del diavolo
Ingredienti:
300 g. di farina, 150 g. di burro, 150 di zucchero, due tuorli di uova, un uovo intero, un cucchiaio di lievito per dolci, scorza di limone grattugiato, 150 g. di marmellata di arance, 100 g. di confettura dipeperoncini, 100 g. di mandorle pelate, 50 g. di zucchero a velo.

Preparazione:
Lavorate il burro con lo zucchero aggiungendo i due tuorli, l'uovo intero e la scorza di limone grattugiato. Successivamente unire lentamente la farina e il lievito fino ad arrivare ad un impasto omogeneo. Con una metà "foderate" la teglia dopo averla imburrata cospargendola con uno strato di marmellata di arance e aggiungendone sopra un altro di confettura di peperoncini. Ricoprite la teglia con l'altra metà dell'impasto al quale avrete aggiunto precedentemente le mandorle tritate. Cuocere in forno caldo per almeno mezza ora e servite dopo aver spolverato di zucchero a velo. 
La confettura di peperoncini è facilmente reperibile nelle migliori gastronomie.

_____________________________________________________________________________________________________

 

Gelato al peproncino

Ingredienti:125 ml di panna, 125 ml di latte ,1/2 baccello di vaniglia, 2 tuorli d’uovo, 
50 g di zucchero, 50 g di cioccolato e peperoncino in polvere q.b.( o cioccolato al peperoncino), 
50 ml di acqua.
Spezzettate il cioccolato e fondetelo a bagnomaria. Quando sarà sciolto unite il peperoncino ed il latte bollito aromatizzato con la vaniglia. Montate i tuorli con lo zucchero fino a renderli soffici e quasi bianchi. Uniteli al latte e cioccolato sciolto, cuocete a fuoco lento mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno evitando però di arrivare al punto di ebollizione. 
Montate la panna ed aggiungetela poco alla volta alla crema al cioccolato quando sarà ben fredda. 
Se avete la gelatiera versate la crema e preparate il gelato. 
Se non avete la gelatiera versate la crema in una ciotola e mettetela nel freezer, mescolando il composto ogni 20 minuti con una frusta elettrica, fino al raggiungimento della consistenza giusta.

Ultimo aggiornamento (Domenica 09 Febbraio 2014 17:11)