AddThis Social Bookmark Button
Visitatori ...
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi2410
mod_vvisit_counterIeri4026
mod_vvisit_counterQuesti 7 gg.2410
mod_vvisit_counterScorsi 7 gg.28289
mod_vvisit_counterQuesto mese60231
mod_vvisit_counterScorso mese120542
mod_vvisit_counterDal 01/04/20104426277

Online : 62
Il tuo IP: 34.236.170.48
,
15-09-2019
TNG News ...
Che tempo fa?
Click per aprire http://www.ilmeteo.it
Traduci
English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Hebrew Slovak Ukrainian Albanian Turkish
Home Le cose da fare Il Veterinario Il cuore

.

Il cuore

Ebbene sì, non solo l'uomo ma anche il cane (e del resto il gatto ed il cavallo, fra gli animali d'affezione) può essere "malato di cuore", e si resterebbe sorpresi nel sapere quanti cani ogni anno sono in cura permanente per malattie che coinvolgono l'apparato cardiocircolatorio... sicuramente si aggirano sul milione di quattrozampe.

Le funzioni del sistema cardiovascolare sono principalmente:
1. Mantenere una normale pressione arteriosa sistemica (sangue che va agli organi e tessuti)
2. Mantenere un normale flusso ematico (portata cardiaca)
3. Mantenere normale pressione venosa e capillare (scambi periferici sangue/tessuti)

L'evento patologico che più colpisce queste funzioni nel cane è l'Insufficienza cardiaca, che di per sé non è una malattia, ma trae origine da malattie che possono colpire il miocardio (miocardiopatie), le valvole cardiache (valvulopatie) od il sistema di conduzione dell'impulso cardiaco (disordini della conduzione).

Vediamo ora quali sono le principali cause d'insufficienza cardiaca, quali sintomi provocano nel cane, come riconoscerli per fare una diagnosi precoce di malattia e quali sono i presidi terapeutici più comunemente utilizzati per la cura della malattia.

Le patologie cardiache del cane
Per patologia cardiaca s'intende un qualsiasi reperto a livello cardiaco che sia al di fuori dei normali limiti accettabili, come ad esempio un soffio cardiaco sentito all'auscultazione, un blocco di branca visto durante un elettrocardiogramma, ecc…

Durante le prime fasi di malattia, il cuore si comporta come un sistema che è capace di compensare gli eventuali difetti di funzionamento, e quindi l'inizio della malattia appare assolutamente invisibile all'occhio clinico.
Quando questi meccanismi di compenso, come per esempio la tachicardia indotta per ripristinare la gittata cardiaca, non sono più in grado d'essere sufficienti allo scopo, si ha l'esordio clinico della malattia con la comparsa d'alcuni sintomi caratteristici: abbiamo

L'INSUFFICIENZA CARDIACA.

L'insufficienza cardiaca si presenta quando:
· Una disfunzione meccanica del cuore porta ad un aumento della pressione venosa capillare periferica, con fuoriuscita di plasma dal compartimento vasale e la formazione d'edemi nei tessuti ed organi (INS. CARDIACA CONGESTIZIA o RETROGRADA)
· Una disfunzione meccanica del cuore porta ad un'inadeguata portata cardiaca, con un deficit d'irrorazione sanguigna nei tessuti (INS. CARDIACA ANTEROGRADA)
La manifestazione clinica più evidente dell'insufficienza cardiaca è l'EDEMA. L'edema, ovvero la fuoriuscita della frazione liquida del sangue dai vasi verso i tessuti, si può formare per diverse cause, tra cui l'aumento della pressione capillare, l'insufficiente gittata cardiaca ed il mancato ritorno venoso.

Malattie cardiovascolari che causano l'insufficienza cardiaca
· Degenerazione cronica acquisita delle valvole cardiache (mitrale e tricuspide specialmente)
· Cardiomiopatie (dilatativa, ipertrofica)
· Filariosi cardiopolmonare
· Malattie o versamenti pericardici
· Anomalie nel ritmo e nella conduzione
· Neoplasie
· Miscellanea d'altre cause minori

Non entriamo nella fisiopatologia di queste malattie, complesse di per loro, che conducono tutte alla sintomatologia tipica dell'insufficienza cardiaca, anche se con riscontri clinici e strumentali diversi fra loro.

Le malattie che colpiscono il cuore destro, determinando insufficienza cardiaca destra, origineranno edemi sottocutanei ed ascite, ovvero raccolte liquide nella cavità addominale.

Le malattie che colpiscono il cuore sinistro, determinando insufficienza cardiaca sinistra, origineranno edema polmonare.

La gravità dell'insufficienza cardiaca è stata classificata dall'International Small Animal Cardiac Heart Council in tre definizioni, universalmente accettate:

· Paziente asintomatico:
quello in cui esiste una malattia cardiaca diagnosticabile anche se il paziente non manifesta alcun segno d'insufficienza cardiaca;
· Paziente con I.C da lieve a moderata:
sono evidenti i segni clinici d'insufficienza cardiaca, sia a riposo sia con una leggera attività fisica, ed incidono negativamente sulla qualità della vita dell'animale.
Tra questi ricordiamo:
intolleranza all'esercizio fisico, facile affaticabilità, tosse, tachipnea (respiro accelerato), ascite da lieve a moderata
· Paziente con I.C. grave:
i segni clinici d'Insufficienza cardiaca sono immediatamente evidenti, ed includono dispnea (alterazione di più caratteri del respiro), ascite marcata, intolleranza all'esercizio.

Spesso il paziente è in shock cardiogeno.

Reperti clinici comuni in corso d'insufficienza cardiaca del cane

I sintomi che può presentare un cane colpito da insufficienza cardiaca sono i seguenti:

· Dispnea (respiro veloce, poco profondo, irregolare) o tachipnea (respiro frequente e rapido)
· Tosse
· Intolleranza all'esercizio fisico
· Ascite (addome disteso e pendulo, con liquido all'interno)
· Debolezza, sincopi (svenimenti)
· Perdita di peso, anoressia, depressione.

All'esame clinico, il veterinario potrà notare i sintomi suddetti :

· Polso femorale irregolare
· Epato e splenomegalia (aumento del volume di fegato e milza, per la stasi ematica)
· Mucose pallide
· Tempo di riempimento capillare aumentato (> 2sec)
· All'auscultazione:
soffi cardiaci, irregolarità di ritmo e frequenza, rantoli, sibili.
· Reperti radiografici:
cardiomegalia (mono o bilaterale), edema polmonare, dilatazione grossi vasi cardiaci, versamento pleurico, versamento addominale (ascite)
· Alterazioni varie dell'ecg, all'ecocardiografia, dei parametri di laboratorio.

Principi di terapia dell'insufficienza cardiaca Il fenomeno patologico che deve essere risolto in primis è l'edema, sia che esso sia cavitario (ascite) o d'organo (edema polmonare).

E' comune allora utilizzare farmaci (ACE inibitori ed i farmaci diuretici) che possono ridurre la formazione d'edemi o la loro eliminazione, attraverso il rene.

Se il cuore presenta disturbi di ritmo, di conduzione o di contrattilità (evidenziabili solo con ecg o ecocardio) si dovranno utilizzare farmaci quali beta-bloccanti, cronotropi positivi, inotropi positivi (la digitale o simili) ed antiaritmici.
Ancora, possono essere utili:
· antiaggreganti piastrinici o fluidificanti del sangue (Aspirina)
· soppressori della tosse
· antibiotici
· alimentazione apposita di tipo veterinario-commerciale (Hill's, Eukanuba), a basso tenore di sodio.

Ultimo aggiornamento (Martedì 11 Febbraio 2014 08:54)